Seminare le insalate

Le insalate e le altre verdure da taglio si seminano direttamente a dimora da metà aprile. Ecco come:

  1. Il vaso! Vanno bene quasi tutti, tondi, rettangolari, di terracotta o di legno: requisito minimo però, almeno 15 cm di profondità.
  2. La semina! Preparate un letto di terriccio da orto, lasciando circa 2 cm di spazio tra il terriccio e il bordo superiore del vaso. Distribuite i semi in questo modo (avete due possibilità): o creando delle file piuttosto fitte, o seminando ‘a spaglio’, ovvero sparpagliando i semi su tutta la superficie, in modo omogeneo, cercando di lasciare uno spazio di 2/3 cm tutto intorno al seme. Insomma la semina delle verdure da taglio deve essere abbastanza fitta da creare un tappeto di verde, ma senza esagerare!
  3. Coprire! I semi delle verdure da taglio, che sono molto sottili, non andrebbero coperti. Noi possiamo semplicemente premere leggermente, con la mano aperta, in modo da far aderire i semi al terriccio. Al massimo prendiamo una manciata di terriccio fine e lo sparpagliamo sulla superficie, ma giusto un po’! Bagnate di nuovo con un bagnafiori a raggiera.
  4. Bagnare! Vale lo stesso discorso di sempre: terriccio sempre umido, calore e sole non appena i semi germogliano. Se le foglie appassiscono spostate il vaso a mezz’ombra, dove la luce arriva schermata.
  5. Raccogliere! Le verdure da taglio, ovvero verdure a foglia, da insalata, ricrescono per tutta la stagione anche se ne tagliate alcune foglie per mangiarle. Tra un mesetto saranno pronte. Meglio avere cura di non tagliare la parte centrale della pianta e lasciare invece che le foglioline appena nate possano ricrescere. Si arriva a tagliare 4/5 volte in una stagione.